Passa al contenuto principale

Neonati prematuri: perché succede e come porre fine al senso di colpa?

Intervista con Dr. Damian Dexeus pubblicato sul sito di Sii genitori 14 novembre.

L'arrivo di un bambino è sempre pieno di incertezze e preoccupazioni o paure, che aumentano se il bambino è prematuro. Quando un bambino nasce prematuro, i genitori non possono fare a meno di chiedersi perché è successo e se hanno fatto qualcosa di sbagliato. Chiariamo alcuni dubbi.

Lo sviluppo e l'evoluzione di un bambino prematuro dipende molto dalla tua settimana di nascita. Non tutti i bambini prematuri sono uguali, né i loro bisogni sono gli stessi. Tra le principali difficoltà che incontrano ci sono i problemi di autoregolazione della temperatura, della respirazione o dell'alimentazione. 

Un bambino è considerato prematuro quando nasce prima del 37 settimane di gestazione. Sono considerati estremo prematuro quelli nati sotto settimane 28. Al di sotto delle 28 settimane, gli esperti stabiliscono una sopravvivenza intorno al 50-70% e una probabilità di sequele superiore al 50%. 

Perché si verifica il travaglio prematuro?

La prima cosa da sapere è che ci sono diversi motivi per cui un bambino può nascere prematuramente. Il dottore Damián Dexeus, direttore medico femminile, assicura che «L'origine è molto probabilmente multifattoriale, ma nonostante oggi siamo in grado di identificare fattori che sono associati alla nascita prematura come gravidanze multiple, infezioni o polidramnios (eccesso di liquido amniotico), in molti casi l'origine rimane sconosciuta».

Come viene curato e gestito il parto pretermine?

Un'altra domanda che ci viene posta quando si parla di bambini prematuri è com'è il loro parto, quali cure speciali richiedono durante questo e come può essere gestito. Di fronte a questi dubbi, l'esperto sottolinea l'importanza del reparto di neonatologia: «è fondamentale che il controllo di una gestante con minaccia di nascita prematura è effettuato congiuntamente tra il ginecologo e neonatologo nel contesto di un centro ospedaliero che dispone di un reparto di neonatologia”, chiarisce.

Quando nasce un bambino prematuro, soprattutto in caso di a grande prematuro o estremo prematuro, è importante monitorare la perdita di calore. È anche essenziale garantire una corretta ventilazione, poiché alcuni non respirano spontaneamente. Inoltre, dalle unità di neonatologia, pratiche come proteggerle dalla luce e dal rumore, promuovere canguro o alleviare il dolore che possono provare nelle diverse tecniche che possono essere commesse con metodi come soluzioni di saccarosio al 20% (0,2-0,5 ml) prima di detti test o eseguite mentre il bambino sta allattando. 

neonati prematuri Devono affrontare numerosi rischi come alcuni di quelli che abbiamo elencato sopra, tuttavia, il Dr. Dexeus getta una luce di speranza: “Sebbene i rischi inerenti alla prematurità, in particolare alla prematurità estrema, possano essere molteplici, l'immenso La maggior parte dei neonati non presenterà gravi sequele. 

Cosa dovrebbero sapere i genitori di un bambino prematuro?

Nonostante la paura, gli ostacoli, i rischi che dovranno affrontare e l'insicurezza che crea la parola "prematuro", dobbiamo insistere sul messaggio positivo e sulla forza che mostrano molti bambini prematuri per aggrapparsi alla vita: "i genitori devono sapere che la maggior parte di questi bambini non presenterà sequele gravi e avrà uno sviluppo normale", ribadisce il medico.

Senso di colpa, come liberarsene?

È molto comune che quando un bambino nasce prematuro, i genitori tendono a incolpare se stessi, in particolare la madre, e a cercare quali cose sono stati in grado di fare di sbagliato in modo che il risultato sia stato un parto prematuro. Lottare con quel senso di colpa è una delle parti più difficili, poiché è un sentimento a cui spesso è molto difficile lasciar andare. Le madri di bambini prematuri devono essere consapevoli che non è in loro potere sapere che la loro gravidanza rischia di finire in travaglio prematuro: «non è nelle mani della madre controllare il rischio di un parto prematuro nascita prematura. In ogni caso, è nostra responsabilità effettuare una diagnosi precoce e applicare il protocollo pertinente per ridurre al minimo il rischio di prematurità estrema ", afferma il dott. Dexeus.

D'altra parte, le persone che sono accanto ai genitori di un bambino prematuro in questi momenti difficili dovrebbero essere consapevoli che si tratta di una situazione molto difficile e delicata e che commenti o valutazioni circa le dimensioni del bambino, i problemi che incontra, quanto sembra fragile o i giudizi di valore su come si stanno avvicinando alla situazione non fanno nulla di buono e fanno molto male. Empatia, affetto, amore e sostegno, questo è ciò di cui hanno bisogno. 

Questa voce ha 0 commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni.cookie di plugin

bene
Avviso cookies
RICHIEDI UNA DATA