Passa al contenuto principale

Chirurgia Ricostruttiva nel cancro al seno Viene effettuato per ottenere che l'aspetto del seno operato sia il più naturale possibile, soprattutto nei casi in cui viene eseguito mastectomia. Quando il mastectomia, tecniche speciali chiamate chirurgia oncoplastica.

Diversi studi hanno dimostrato che la ricostruzione del seno non ha alcun impatto sulla probabilità di ri-avere cancro al seno. Né è stata dimostrata una chiara relazione con le malattie autoimmuni e reumatologiche. Il suo utilizzo è approvato in tutti i paesi europei.

Le nuove tecniche chirurgiche di chirurgia plastica consentono la creazione di una mammella molto simile a quella non operata, che migliora la qualità della vita della paziente, che potrà affrontare la malattia in modo più positivo e condurre una vita più attiva vita sociale e sessuale...

La chirurgia ricostruttiva può essere eseguita contemporaneamente all'esecuzione del mastectomia. È l'opzione ideale poiché la paziente si sveglia dall'intervento con una sensazione di normalità che evita l'esperienza di vedersi con il seno amputato e fornisce un evidente beneficio psicologico.

Quando la chirurgia ricostruttiva non può essere eseguita contemporaneamente al mastectomia, la ricostruzione viene eseguita dopo l'intervento chirurgico primario, dopo che la paziente ha completato il trattamento complementare indicato dal suo ginecologo o dal suo oncologo, che può essere chemioterapia, radioterapia, terapia ormonale o terapia biologica.

Esiste una terza possibilità chiamata ricostruzione immediata ritardata, che prevede il posizionamento di un espansore tissutale sotto la pelle durante l'intervento chirurgico. mastectomia per preservare lo spazio per l'impianto. Questa opzione viene eseguita quando non è possibile posizionare l'impianto al posto dell'espansore senza ulteriore ritardo. Quando il trattamento del cancro è stato completato, l'espansore viene sostituito con l'impianto definitivo.

COME SI EFFETTUA LA RICOSTRUZIONE DEL SENO

La ricostruzione del seno mediante chirurgia ricostruttiva può essere eseguita con diverse tecniche. Una possibilità è attraverso il tessuto di un'altra parte del corpo (muscoli della schiena o dell'addome anche con l'uso di grasso da altre parti del corpo). Un'altra possibilità è quella di utilizzare impianti a base di silicone o soluzioni saline, e si realizza in due fasi: nella prima fase, il chirurgo posiziona un espansore che viene riempito di soluzione salina durante le visite che vengono effettuate. Quando il tessuto mammario è guarito ed espanso, l'espansore viene sostituito con l'impianto. Inoltre, c'è sempre la possibilità di effettuare una ricostruzione del capezzolo e dell'areola.

In generale, si ritiene che il tessuto mammario sarà guarito tra 6-7 settimane e 6 mesi dopo il mastectomia. Se l'altro seno non masttectomizzato è troppo grande, piccolo o cadente, potrebbe essere necessario un ulteriore intervento chirurgico per ottenere un risultato simmetrico.

Una questione da considerare quando si prende una decisione sulla ricostruzione è se ricevere radioterapia o no. In tal caso, va tenuto presente che questa terapia può danneggiare la riparazione chirurgica di un seno in cui è stato inserito un impianto. Ci sono anche problemi medici associati, come obesità, ipertensione o fumo che possono essere un motivo per ritardare la ricostruzione.

La donna che ha avuto un chirurgia ricostruttiva È necessario sottoporsi ai controlli medici indicati dal chirurgo, poiché le complicanze possono essere rilevate mesi o addirittura anni dopo l'intervento. Questi rischi sarebbero quelli di qualsiasi intervento chirurgico, come lividi, cicatrici patologiche o problemi anestetici che, sebbene improbabili, c'è sempre una minima possibilità che si verifichino.

È importante tenere presente che queste informazioni non possono e non intendono sostituire le informazioni fornite individualmente dal ginecologo, che avrà il compito di chiarire tutti i dubbi che possono sorgere.

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni.cookie di plugin

bene
Avviso cookies
RICHIEDI UNA DATA