Passa al contenuto principale

Congela le uova prima che sia troppo tardi

Giornalista Ricardo Aparicio intervista con la dottoressa Carla Castell, responsabile dell'unità di riproduzione assistita En Women's, nel programma Salute e qualità della vita. Sotto il titolo "congela gli ovuli", il medico spiega in cosa consiste la crioconservazione degli ovociti e perché è una delle terapie più richieste per le donne che vogliono posticipare la maternità.

Estratto dall'intervista sul congelamento delle uova

L'età sta rallentando e ovviamente arriva un momento che, dai 37 ai 38 anni, è quando vedono il momento opportuno per cercare una gravidanza e quando hanno problemi. L'idea è che quelle donne che hanno solo molte altre cose da fare prima di cercare una gravidanza. offri loro un congelamento dell'uovo intorno ai 30 anni. Sarebbe l'ideale che sia una questione importante perché logicamente la donna vuole prima lavorare, avere stabilità economica con un partner o no...

La la donna congela i suoi ovuli quando ha 28 anni e decide di fare la mamma a 36 per esempio, la produzione di questi ovuli proviene da una donna di 28 anni. Per scongelarli oggigiorno si usa la tecnica della vitrificazione, è molto buona e non forma cristalli durante la vetrificazione, non provoca alcun danno e la sopravvivenza dell'ovulo quando devitrificante è molto alta, quindi la donna che congela quegli ovuli in giovane età Ebbene, scongelandoli, l'80-90% dei suoi ovuli probabilmente sopravviverà e le darà un figlio a 40 anni o quando lei deciderà.

Questa voce ha 0 commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni.cookie di plugin

bene
Avviso cookies
RICHIEDI UNA DATA