Passa al contenuto principale

La Inseminazione artificiale è una tecnica di riproduzione assistita utilizzata nelle coppie che hanno difficoltà a rimanere incinta. Viene utilizzato anche nelle donne single o nelle coppie omosessuali femminili.

È una tecnica molto semplice ed è quella che più si avvicina al processo naturale.

È indicato nelle giovani donne con tube uterine permeabili, con una corretta riserva ovarica e meno di un anno di sterilità.

Le coppie con diagnosi di fattore maschile lieve e in cui miglioriamo la qualità dello sperma con l'elaborazione del campione, possono beneficiare dell'inseminazione.

Con l'Inseminazione Artificiale, essendo un processo molto simile a quello naturale con le relazioni, le possibilità di gravidanza difficilmente aumentano. Soprattutto nelle coppie che sono alla ricerca da più di un anno e con una causa sconosciuta di sterilità.

Il processo dell'Inseminazione Artificiale inizia con la regola e consiste in una prima fase nota come fase di stimolazione, effettuata con trattamento ormonale sottocutaneo a dosi molto basse per favorire la crescita di uno o due follicoli a livello delle ovaie. Questa fase può essere eseguita anche senza terapia ormonale mediante il solo monitoraggio ecografico del ciclo naturale.

Quando il follicolo raggiunge le dimensioni da cui sappiamo che può darci un ovulo maturo capace di essere fecondato nella tuba uterina, è quando si passa alla fase di ovulazione somministrando un farmaco iniettabile per indurre l'ovulazione (rottura del follicolo) e, in questo modo, facilitare il salto dell'ovulo verso la tuba.

Ciò avviene 36 ore dopo tale medicazione ed è allora che deve essere eseguita la tecnica di inseminazione.

L'uomo deve consegnare un campione di sperma fresco al laboratorio lo stesso giorno della tecnica. Con il campione consegnato fresco, o con un campione della banca del seme, il trattamento viene effettuato per mezzo di una centrifuga, ottenendo un campione di volume ridotto e ad alta concentrazione di spermatozoi mobili.

Una volta che abbiamo la preparazione, la fase di inseminazione viene effettuata tramite un catetere vaginale. Eseguiamo questo processo nella consultazione senza sedazione e guidati dall'ecografia addominale; di solito dura circa 5 minuti. Dopo l'inseminazione, la donna può tornare alla sua attività abituale.

Due settimane dopo, viene eseguito il test di gravidanza delle urine.

En Barcellona femminile Siamo molto selettivi con le coppie che faranno l'inseminazione artificiale e se non raggiungiamo la gravidanza al terzo tentativo, indichiamo la fecondazione in vitro.

Tutto ciò che avviene naturalmente o per inseminazione artificiale nel tubo è ciò che possiamo osservare in laboratorio attraverso la fecondazione in vitro.

Ecco perché, dalla 3a Inseminazione Artificiale, dobbiamo eseguire una tecnica più diagnostica e più complessa per raggiungere il positivo.

Inseminazione artificiale coniugale (IAC)

Questa tecnica di riproduzione assistita è una tecnica semplice, veloce e indolore che mira ad aumentare le possibilità di gravidanza.
L'inseminazione viene effettuata previo trattamento ormonale di stimolazione ovarica e sotto stretto controllo medico. L'inseminazione artificiale coniugale (IAC) viene eseguita nella stessa visita ginecologica e consiste nel depositare il campione di sperma, una volta addestrato, all'interno dell'utero della paziente lo stesso giorno in cui avviene l'ovulazione, in modo tale che la distanza tra l'ovulo e lo spermatozoo si riduce, facilitando la fecondazione e quindi aumentando le possibilità di ottenere una gravidanza.

Quando è indicata l'inseminazione artificiale coniugale?

  • Quando ci sono lievi alterazioni della qualità seminale.
  • Quando vengono rilevate anomalie a livello della cervice.
  • Nelle coppie con sterilità di età inferiore a 2 anni e di origine sconosciuta.

È fondamentale che almeno una delle due tube di Falloppio sia pervia e che anche il maschio soddisfi i parametri seminali minimi.

La inseminazione artificiale Può essere eseguita anche in coppie sierodiscordanti per il virus dell'immunodeficienza umana (HIV) e per il virus dell'epatite B e C.

Se il maschio è portatore del virus, verrà effettuato un lavaggio del seme prima di utilizzare il campione.

Inseminazione artificiale con seme di donatore (IAD)

La preparazione effettuata in Inseminazione Artificiale con seme di donatore è esattamente la stessa di quella effettuata con seme del coniuge, a differenza della precedente si utilizza un campione di seme di banca congelato (donatore di seme).

Lo sperma viene mantenuto crioconservato e vengono utilizzati solo campioni che hanno prevalso e superato i test di scongelamento, consentendo all'inseminazione di procedere con una buona quantità di spermatozoi mobili.

La selezione del donatore di sperma Si effettua in base alle caratteristiche fisiche e immunologiche della coppia, o delle donne riceventi, tenendo conto del gruppo sanguigno e di Rh, peso, altezza, colore degli occhi...

Quando è indicata l'inseminazione artificiale con seme di donatore (lAD)?

  • Nel caso di coppie con fattore maschile alterato
  • In caso di malattia ereditaria grave e non è possibile effettuare consulenza genetica e PGD
  • Donne che non hanno un partner ma vogliono avere figli
  • Donne con una partner femminile che desiderano avere una prole

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni.cookie di plugin

bene
Avviso cookies
RICHIEDI UNA DATA