Passa al contenuto principale
Il cancro al seno triplo negativo ha scoperto un nuovo obiettivo farmacologico

Cancro al seno triplo negativo: scoperto un nuovo bersaglio farmacologico

Grazie alla loro azione congiunta, la combinazione di una nuova molecola inibitrice e di un farmaco chemioterapico sopprime la crescita delle cellule del cancro al seno triplo negativo, uno dei tumori al seno più aggressivi e il peggior responder al trattamento.

Il trattamento di pazienti con carcinoma mammario triplo negativo rimane impegnativo a causa dell'assenza di bersagli molecolari ben definiti e della natura altamente invasiva delle cellule tumorali.

La ricerca condotta dal dottor Suresh Alahari, professore di biochimica presso la LSU Health New Orleans Graduate Schools of Medicine and Studies, ha riportato che una combinazione di una nuova molecola inibitrice e un farmaco chemioterapico approvato dalla FDA sopprime la crescita delle cellule del cancro al seno triplo negativo.

Nelle parole del dottor Alahari, la scoperta "sarà di grande aiuto per i pazienti".

La scoperta di nuovi farmaci sarà di grande aiuto per i pazienti con carcinoma mammario triplo negativo".

Il carcinoma mammario triplo negativo è più comune nelle giovani donne e rappresenta il 15-20% dei tumori al seno. Si chiama triplo negativo perché questi tumori mancano di recettori per estrogeni e progesterone e recettore 2 del fattore di crescita epidermico umano (HER2). , la terapia ormonale e i farmaci che prendono di mira HER2 non sono utili", ha affermato il dott.

Prevenzione e diagnosi precoce del tumore al seno

Il carcinoma mammario triplo negativo metastatico colpisce soprattutto le giovani donne, una fascia di età che generalmente non è inclusa nei programmi di screening per il carcinoma mammario.

Nei casi in cui il cancro viene rilevato, diagnosticato e adeguatamente trattato nelle sue prime fasi, i pazienti hanno un tasso di sopravvivenza molto più elevato rispetto a quando il cancro viene rilevato nelle fasi successive, quando il cancro si è diffuso o non risponde al trattamento. .

L'età di inclusione nel programma di diagnosi precoce del cancro al seno dipende da ciascuna comunità autonoma, ma nella maggior parte dei casi solo le donne che rientrano nella fascia di età considerata a più alto rischio (tra 50 e 69 anni) possono partecipare semestralmente.

Grazie alla mammografia i tumori possono essere visualizzati prima che abbiano invaso tessuto mammario, organi distanti o linfonodi.

In questo modo, il cancro al seno può essere identificato nella sua fase iniziale (fino a 2 anni prima che diventi palpabile) e si può ottenere una diagnosi precoce che, con un buon trattamento, può salvare vite umane.

En Clinica ginecologica CD delle donne Raccomandiamo ai nostri pazienti di iniziare a sottoporsi a una mammografia annuale insieme al visita ginecologica dagli anni 40.

E se c'è un alto rischio di cancro a causa di una storia familiare di cancro al seno o alle ovaie, raccomandiamo di iniziare la mammografia all'età di 30 anni.

Donne, al tuo fianco

Se hai bisogno di maggiori informazioni o vuoi fare delle domande, non esitare a contattarci:

Whatsapp: 34 934 160 606

e-mail: info@donne.es

Prendi un appuntamento con il nostro team

    Questa voce ha 0 commenti

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

    Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni.cookie di plugin

    bene
    Avviso cookies
    RICHIEDI UNA DATA