Passa al contenuto principale
Creata la mappa cellulare dell'utero umano

Ha creato la mappa cellulare dell'utero umano

Analizzando l'utero cellula per cellula, il progetto Human Uterus Cell Atlas è riuscito a sviluppare la mappa cellulare dell'utero umano, un progetto che consentirà di comprendere, diagnosticare e curare in modo più efficace malattie uterine come fibromi, preeclampsia o endometriosi.

Finanziato dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell'Unione Europea con l'obiettivo di creare la mappa cellulare dell'utero umano, il progetto a cui partecipano entità provenienti da Regno Unito, Svezia, Estonia e Spagna si è concentrato su una migliore comprensione delle basi della salute cellulare e patologie dell'utero umano.

Uno studio di queste dimensioni, in cui i ricercatori hanno analizzato 59 campioni di tessuto dell'endometrio e del miometrio uterino, sia da donatori di sesso femminile in età riproduttiva (tra i 18 e i 42 anni) sia da pazienti decedute di donatori di organi, permetterà di comprendere, diagnosticare e curare più efficacemente le malattie uterine come, tra gli altri, fibromi, la preeclampsia, la La sindrome di Asherman o alla endometriosi.

Lo studio consentirà ulteriori ricerche, comprensione e trattamento più efficace di malattie come fibromi, preeclampsia, sindrome di Asherman o endometriosi"

Coordinato dall'Istituto di ricerca sanitaria Inclusivo, dell'Hospital Clínico de València, i ricercatori hanno studiato campioni di pazienti reclutati in Estonia, Regno Unito e Spagna, per la loro caratterizzazione molecolare a risoluzione unicellulare, e hanno effettuato una mappatura spaziale ad alta risoluzione delle cellule che compongono l'utero.

Le tecniche utilizzate per tracciare la mappa completa dell'utero sono state l'analisi trascrittomica unicellulare, l'analisi completa del genoma di tutte le donne partecipanti, l'analisi unicellulare delle modificazioni epigenetiche, lo studio spaziale della trascrittomica cellulare nel tessuto e lo studio spaziale di il proteoma.

Grazie a questo progetto, affermano i responsabili della ricerca, si sta caratterizzando il miometrio prima e dopo la menopausa, che "permetterà una comprensione più chiara, non solo della fisiologia uterina, ma anche delle malattie del miometrio che, per il momento, hanno una significativa impatto sulla salute delle donne.

Donne, al tuo fianco

Se hai bisogno di maggiori informazioni o vuoi fare delle domande, non esitare a contattarci:

Whatsapp: 34 934 160 606

e-mail: info@donne.es

Prendi un appuntamento con il nostro team

    Questa voce ha 0 commenti

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

    Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni.cookie di plugin

    bene
    Avviso cookies
    RICHIEDI UNA DATA