Passa al contenuto principale
Metodi contraccettivi

Metodi contraccettivi

Per molto tempo si è ritenuto che l'uso della protezione durante i rapporti sessuali abbia l'unico obiettivo di prevenire il concepimento, cioè una gravidanza indesiderata, tuttavia, ciò non è del tutto vero poiché il fatto di utilizzare anche determinati metodi contraccettivi fornisce protezione contro le malattie sessualmente trasmissibili.

Tra i metodi attualmente utilizzati oggi, abbiamo il tradizionale preservativo (preservativo), diaframma, impianti ormonali sottocutanei, IUD (rame e con ormoni), legatura delle tube, vasectomia e metodi contraccettivi ormonali orali (regime normale ed esteso) e anche per altre vie come transvaginale o transcutaneo.

Conservante

Il preservativo è uno dei metodi contraccettivi più comuni, è un metodo di barriera. Usato frequentemente dagli uomini, però, c'è anche il preservativo femminile.

Questo metodo ha un'antichità che corrisponde all'epoca egizia poiché ormai erano realizzati con tessuti o intestini di animali. È importante sapere che in molti casi il preservativo viene utilizzato più come strumento per prevenire la diffusione di malattie sessualmente trasmissibili che come meccanismo per prevenire la gravidanza.

Preservativo maschile

Il preservativo maschile è il più diffuso poiché spesso fa parte di campagne di sensibilizzazione sull'uso dei metodi contraccettivi portate a scuole, licei, università e anche nei colloqui di prevenzione nei centri sanitari. È composto da una fascia di plastica molto morbida.

Quando si indossa il preservativo maschile, la confezione deve essere strappata facendo attenzione a non strapparla. Una volta che il preservativo è stato rimosso, va notato che il pene deve essere completamente eretto.

Il preservativo deve essere posizionato sul glande, cioè la parte più grande del pene e l'area sporgente del preservativo deve essere schiacciata per impedire l'ingresso di aria, questo è essenziale poiché questa parte del preservativo è dove si trova lo sperma depositato una volta che hai eiaculato.

Questo preservativo deve essere posizionato prima di avere qualsiasi tipo di contatto genitale con chi sta per avere un rapporto sessuale poiché è necessario per evitare qualsiasi tipo di infezione o malattia a trasmissione sessuale.

Preservativo femminile

Il preservativo femminile o anche conosciuto come preservativo interno, funziona allo stesso modo del preservativo maschile, cioè è un meccanismo di barriera che può prevenire una gravidanza indesiderata o una malattia a trasmissione sessuale. Questo tipo di preservativo viene inserito nella vagina o nell'ano ed è costituito, come il preservativo maschile, da una plastica morbida (nitrile).

La gestione dell'uso del preservativo femminile si acquisisce con la pratica, tuttavia è semplice. Per cominciare, bisogna tener conto che è essenziale convalidare la data di scadenza del preservativo. Fatto ciò, viene tolto dall'imballo, tenendo conto che va fatto con accortezza per evitare di romperlo.

Il preservativo femminile è già pre-lubrificato, cioè è già una caratteristica del preservativo, se preferisci puoi usare lo spermicida prima di inserirlo all'interno della vagina. Dopodiché, è essenziale rilassarsi e assumere una posizione comoda per l'inserimento. Alcune delle forme o posizioni consigliate includono in piedi, seduti o accovacciati in altri casi, tuttavia, questa decisione è direttamente associata al comfort di coloro che hanno bisogno di indossare il preservativo, quindi non esiste una posizione obbligatoria per il posizionamento.

Quando sei nella posizione che preferisci, il preservativo deve essere posizionato all'ingresso della vagina, quindi è necessario spremere i lati dell'anello interno del preservativo e inserirlo nell'interno vaginale.

Procedere quindi a spingere l'anello interno in modo da consentirne lo spostamento all'interno della vagina, in questa operazione si consiglia di inserirlo il più possibile e una volta posizionato correttamente rimuovere le dita.

diaframma

Il diaframma è anche all'interno del gruppo dei metodi contraccettivi femminili esistenti. Consiste in una coppa a forma di disco, abbastanza flessibile, che deve essere posizionata sulla cervice quando si hanno rapporti sessuali.

È realizzato in silicone, il che lo rende molto morbido e comodo da usare. Inoltre ha poca profondità, motivo per cui l'inserimento non è complesso. Questo metodo rappresenta una barriera che rende possibile la protezione contro le gravidanze indesiderate, tuttavia, è consigliabile utilizzarlo con spermicidi per renderlo più efficiente.

Il suo utilizzo è abbastanza semplice, tuttavia, l'esperienza si acquisisce una volta che il diaframma è stato utilizzato in più occasioni, tuttavia, è un processo semplice come il preservativo.

Per utilizzare questo e tutti i metodi contraccettivi che richiedono l'inserimento vaginale o il contatto con i genitali, è essenziale mantenere l'igiene, per questo è necessario fare un buon lavaggio delle mani prima di procedere con il posizionamento.

Fatto ciò, è consigliabile mettersi in una posizione comoda, il diaframma è molto simile all'utilizzo di un tampone vaginale. Quindi, con una mano, si apre la vulva (labbra) e con l'altra si preme l'anello del diaframma in modo che possa essere piegato a metà.

Infine, il diaframma deve essere spinto nella vagina il più profondamente possibile, la cupola deve essere abbassata. Una volta posizionato all'interno, deve essere convalidato che sia stato effettivamente regolato, per questo è necessario assicurarsi che il diaframma abbia coperto la cervice.

Metodi contraccettivi orali

I contraccettivi orali sono tutti quei metodi che vengono ingeriti assumendo compresse o pillole che sono costituite da dosi in piccole quantità di ormoni, oltre agli estrogeni. La sua funzione è quella di prevenire l'ovulazione (maturazione ed uscita dell'ovulo) in modo che lo sperma non possa fecondare.

Nel caso di questo tipo di metodica, è indispensabile recarsi dal ginecologo per un consulto preventivo, poiché non è consigliabile ingerire alcun tipo di contraccettivo orale senza prescritta autorizzazione, questo perché l'uso improprio degli stessi può generare effetti negativi quali come aumento di peso, acne, mancanza di controllo mestruale, ecc.

D'altra parte, va tenuto presente che l'assunzione della pillola non implica protezione contro le malattie sessualmente trasmissibili.

Metodi contraccettivi orali linea guida normale

In caso di consumo della pillola anticoncezionale in un programma normale, la compressa deve essere assunta contemporaneamente per un periodo di 21 o 24 giorni. Trascorso questo tempo, bisogna attendere 4 o 7 giorni consecutivi per ricominciare il ciclo. Alcuni preparati forniscono pillole placebo (senza farmaci) per quei 4 o 7 giorni, in modo che la donna non debba interrompere l'assunzione delle pillole.

Metodi contraccettivi orali in regime esteso

Per parlare di metodi contraccettivi orali in un regime esteso, è importante sapere che questo si riferisce all'uso prolungato del metodo. In tal senso si può prendere ad esempio la pillola 3 mesi, in cui la pillola viene assunta per un periodo di 84 giorni continuativi alla stessa ora o la pillola 1 anno, che deve essere assunta tutti i giorni alla stessa ora stesso tempo per un anno. Queste linee guida hanno il vantaggio che la donna ha molte meno mestruazioni del solito.

I metodi contraccettivi orali possono essere utilizzati fino a quando la persona lo desidera, tuttavia, è possibile che ci siano affettazioni come tromboembolia venosa, mal di testa, sanguinamento al di fuori del periodo mestruale, ecc.

Metodi contraccettivi per altre vie

Ha la stessa composizione dei contraccettivi orali ma viene somministrato per via transvaginale (sotto forma di anello) o per via transcutanea (sotto forma di cerotto). La principale differenza medica con la via orale è che con queste vie la somministrazione del farmaco è continua, il che può renderlo preferibile in alcuni casi.

Impianti sottocutanei

Gli impianti sottocutanei rispondono a un tipo di metodo contraccettivo femminile che previene solo una possibile gravidanza indesiderata, tuttavia, questo metodo non protegge in termini di malattie sessualmente trasmissibili. L'impianto ha le dimensioni di un fiammifero e le sue piccole dimensioni consentono di posizionarlo nell'avambraccio.

Ha un tasso di sicurezza del 99% e deve essere inserito e rimosso da un medico. Il processo di posizionamento è abbastanza semplice, quindi il medico impiega in media solo un minuto per installarlo.

Gli impianti sottocutanei devono essere inseriti durante i primi 7 giorni delle mestruazioni. Il tempo di scadenza di questo metodo contraccettivo dipenderà dall'azienda o dal marchio di appartenenza, ad esempio in commercio ne esistono già alcuni di lunga durata che possono essere utilizzati fino a 5 anni.

Dispositivo intrauterino IUD

Lo IUD è uno dei metodi contraccettivi più efficaci in termini di prevenzione della gravidanza. Questo dispositivo è un pezzo di plastica che ha una forma a "T". Gli IUD sono divisi in due tipi: lo IUD di rame e lo IUD ormonale. Questo metodo contraccettivo non funziona come protettore contro le malattie sessualmente trasmissibili e deve essere applicato esclusivamente da un medico.

IUD di rame

Chiamato anche "T" di rame, è costituito da un materiale plastico ricoperto da filo di rame, questo impedisce allo sperma di fecondare l'ovulo. Questa viene posta nella matrice, per mezzo di un tubo appositamente progettato per essa.

IUD ormonale

Lo IUD ormonale è un metodo contraccettivo di lunga durata, è progettato con un materiale plastico ricoperto da un deposito di ormoni (levonorgestrel). Grazie a questi, la quantità di sanguinamento e dolore durante le mestruazioni è ridotta.

In commercio esistono IUD ormonali con due diverse dosi di ormoni, il che significa che possono essere indicati praticamente per qualsiasi donna. D'altra parte, questo tipo di IUD offre anche protezione endometriale nelle donne che sono già in fase di menopausa e sono sottoposte a terapia ormonale sostitutiva.

Metodi chirurgici

Legatura delle tube

La legatura delle tube consiste nel processo di sterilizzazione femminile in cui le tube di Falloppio vengono chiuse o rimosse. Questo tipo di metodica si applica mediante chirurgia mininvasiva ed è irreversibile.

Vasectomia

La vasectomia è un processo chirurgico in cui i dotti sessuali maschili vengono chiusi o rimossi per la sterilizzazione. Una volta fatto, l'uomo non sarà più in grado di fertilizzare.

Questa voce ha 0 commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni.cookie di plugin

bene
Avviso cookies
RICHIEDI UNA DATA