Passa al contenuto principale

Si stima che in Spagna 26.000 casi di cancro al seno all'anno (secondo l'Associazione spagnola contro il cancro), fortunatamente, grazie alla diagnosi precoce, la stragrande maggioranza riesce a superare.

L'Unità di Patologia del seno di CD femminile Barcellona ha una squadra multidisciplinare specialisti dotati della tecnologia più avanzata; professionisti altamente qualificati con un obiettivo chiaro: effettuare una diagnosi accurata e personalizzata per ogni caso.

En CD femminile Barcellona Sosteniamo di fornire a tutti i suoi pazienti dall'unità stessa, supporto e assistenza completi.

Cos'è il cancro al seno?

El tumore al seno Inizia quando le cellule del seno iniziano a crescere senza controllo. Queste cellule normalmente formano un tumore che spesso può essere visto su una mammografia o può essere esplorato come un nodulo (massa o nodulo).

La neoplasia è maligna (cancro) se le cellule possono crescere penetrando (invadendo) i tessuti circostanti o diffondendosi (metastasi) in aree distanti del corpo. Ci sono molti Tipi di questa maligna malattia del senoSi verifica quasi solo nelle donne, tuttavia, gli uomini possono ancora soffrirne. Quasi tutte le cellule del corpo possono diventare cancerose e diffondersi in altre aree.

El cancro al seno è il tumore più diagnosticato tra le donne spagnole. Secondo lui Osservatorio sul cancro dell'AECC, Nel 2019 sono stati diagnosticati 33.307 nuovi casi in Spagna e, per il 2020, la stima è leggermente superiore.

Negli ultimi anni, la mortalità per cancro al seno è diminuita notevolmente grazie ai progressi nella diagnosi precoce e ai migliori trattamenti.

La sopravvivenza mediana del cancro al seno dopo cinque anni è quasi del 90%, ma lo stadio in cui viene diagnosticato influenza la sopravvivenza, che può dipendere principalmente dall'estensione del tumore nel momento in cui viene rilevato.

Teniamo presente che quando il cancro al seno viene rilevato nelle prime fasi, nelle sue prime fasi, il tasso di guarigione è molto vicino al 100%.

Nello specifico, nello stadio I, quando il tumore è piccolo e non si è diffuso, la sopravvivenza è quasi del 100% (più del 98%), ma scende drasticamente al 24% nello stadio III.

Pertanto, la diagnosi precoce continua ad essere essenziale per aumentare le possibilità di cura.

Con la mammografia è possibile identificare il cancro al seno fino a 2 anni prima che diventi palpabile, nella sua fase più precoce, e quindi garantire una diagnosi precoce che può salvare vite umane.

Tipi di cancro al seno

I due tipi di cancro al seno più frequenti sono:

  • Carcinoma duttale infiltrante, che inizia nei dotti che portano il latte dal seno al capezzolo, è di gran lunga il più comune (circa l'80% dei casi).
  • Carcinoma lobulare infiltrante, che inizia in parti del seno chiamate lobuli, che producono latte materno.

Il riposo tipo insieme non superano il 10% dei casi. I principali fattori di rischio per contrarre il cancro al seno comprendono l'età avanzata, le prime mestruazioni in tenera età, l'età avanzata al momento del primo parto o non aver mai avuto un figlio, una storia di parenti con cancro al seno, il fatto di assumere ormoni come estrogeni e progesterone, bere alcolici ed essere caucasici.

Nel 5-10% dei casi, il cancro al seno è causato da mutazioni genetiche ereditarie.

Test per diagnosticare il cancro al seno

A diagnosticare il cancro al seno, vengono utilizzati diversi tipi di test come la mammografia, l'ecografia mammaria con trasduttori ad alta risoluzione (ultrasuoni) e la risonanza magnetica.

La diagnosi di cancro al seno può diventare definitiva solo mediante una biopsia mammaria. È molto importante e necessario eseguire biopsie per puntura o aspirazione, con un ago sottile o con una pistola da taglio, guidate da ultrasuoni o risonanza, oppure utilizzare apparecchiature di taglio e biopsia sottovuoto, che siano in grado di rimuovere parzialmente o completamente la lesione, a seconda del caso. Questi possono essere guidati dalla stereotassia (imaging mammografico a guida coordinata) o dagli ultrasuoni.

Ovviamente, da tutti i metodi di imaging, ci sono caratterizzazioni di quello che può o non può essere un cancro, per il quale viene utilizzato il metodo Bi-rads, al fine di decidere il comportamento secondo quella classificazione.

19 ottobre mira a influenzare la società generale circa l'importanza di questa malattia nel mondo industrializzato a causa della celebrazione del Giornata internazionale contro il cancro al seno.

Mammografia annuale dall'età di 40 anni

L'età di massima incidenza del cancro al seno è superiore ai 50 anni, ma circa il 10% viene diagnosticato nelle donne di età inferiore ai 40 anni.

La mammografia annuale dall'età di 40 anni riduce significativamente la mortalità per cancro al seno, come dimostrato da studi come quello recentemente pubblicato su The Lancet Oncology.

Per questo studio sono state reclutate 160.921 donne tra il 1990 e il 1997, seguite per una media di quasi 23 anni.

A 10 anni dall'inizio del follow-up, i ricercatori hanno riscontrato una significativa riduzione della mortalità per cancro al seno nel gruppo in cui si erano sottoposti a mammografia annuale dall'età di 40 anni.

Nello specifico, nel gruppo in cui sono state eseguite le mammografie dall'età di 40 anni, c'era stato l'83 morti per cancro al seno breast, rispetto ai 219 decessi verificatisi nel gruppo in cui le mammografie sono iniziate all'età di 50 anni.

En CD delle donne abbiamo sempre consigliato ai nostri pazienti che dagli anni 40 iniziare a fare un mammografia annuale unitamente alla revisione.

E se c'è un alto rischio di cancro a causa di una storia familiare di cancro al seno o alle ovaie, si consiglia di eseguire la mammografia dagli anni 30.

Autoesame del seno

L'autoesame del seno dovrebbe diventare un'abitudine, anche se non hai alcun disagio e indipendentemente dal fatto che tu sia incinta o abbia attraversato la menopausa. 

L'autoesame ti permetterà di sapere come sono normalmente i tuoi seni e, se c'è qualche cambiamento, sarai in grado di rilevarlo immediatamente.

Se ti sembra di rilevare punti dolorosi, una massa o un nodulo, non importa quanto piccolo, non esitare a rivolgerti al tuo ginecologo per eseguire gli esami pertinenti, escludere complicazioni o procedere con il trattamento o i controlli appropriati.

Ma è molto importante sii consapevole che ci sono tumori così piccoli da essere impercettibili al tatto e che la mammografia è il test diagnostico che ci permette di identificare il cancro al seno molto prima che diventi palpabile.

La visita ginecologica annuale

È molto importante che ti rechi periodicamente dal tuo ginecologo e che effettui la visita ginecologica annualmente, perché è nelle visite di controllo annuali che è possibile arrivare a una diagnosi precoce.

L'obiettivo della visita ginecologica annuale è quello di poter diagnosticare precocemente qualsiasi patologia, anomalia o alterazione e prevenire malattie o problemi che possono insorgere.

I controlli ginecologici dovrebbero iniziare dall'età di 25 anni o prima se inizi a fare sesso.

Nel controllo ginecologico annuale, l'apparato genitale e il seno vengono controllati con particolare attenzione alla rilevazione di cancro ginecologico, uterino e ovarico, cancro al seno e infezioni sessualmente trasmissibili, come Papilloma-virus umano, e altre patologie come endometriosi, ovaie policistiche o polipi nell'utero.

Oltre al controllo ginecologico annuale, fissa un appuntamento con il tuo ginecologo se noti uno dei seguenti sintomi:

  • Un nodulo o un nodulo al seno o all'ascella.
  • Gonfiore, indurimento o cambiamento della forma del seno.
  • Scarico spontaneo dal capezzolo (soprattutto scarico sanguinante).
  • Retrazione di un capezzolo.
  • Aspetto di "buccia d'arancia" (ispessimento della pelle del seno).
  • Dolore in qualsiasi parte del seno.

Incontra i nostri esperti di cancro al seno

Il ginecologo Damián Dexeus

Dott. Dexeus

Specialista in chirurgia mammaria e patologia mammaria.
Dr. Dolores Ojeda, ginecologa con più di 30 anni di esperienza e specialista in Menopausa e Osteoporosi

Dra. Dolores Ojeda

Specialista in cancro al seno con esperienza in progetti globali per la salute delle donne.
Dott. Jordi Portella specialista in chirurgia isteroscopica, patologia cervicale e patologia mammaria.

Dott. Jordi Portella

Specialista in chirurgia mammaria e isteroscopica.

    Prendi un appuntamento con i nostri specialisti del cancro al seno

    Seleziona specialista (*):



    (*) Campi richiesti

    Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni.cookie di plugin

    bene
    Avviso cookies
    RICHIEDI UNA DATA