Passa al contenuto principale
Dexeus parla del miglior trattamento dei polipi endometriali. Foto di Dexeus

Papillomavirus Umano: come prevenire l'infezione e curarne le conseguenze?

Il ginecologo Damián Dexeus

Autore:

Dr. Damian Dexeus

Direttore Sanitario Donne. Specialista nelle malattie precancerose del collo, della vagina e della vulva e nel cancro al seno.

Il virus del papilloma umano (HPV) è un'infezione a trasmissione sessuale diffusa tra la popolazione e può causare qualsiasi cosa, dalle lesioni della mucosa genitale alle lesioni precancerose o diversi tipi di cancro.

Sebbene il Papillomavirus umano causi fino al 99% dei casi di cancro cervicale, il quarto tumore più comune tra le donne nel mondo, è anche responsabile di tumori della vagina, della lingua, della laringe o dell'ano.

La maggior parte delle persone può avere il virus e non avere sintomi, eliminare il virus con le proprie difese e non sviluppare il cancro, ma nel 15% delle donne infette il virus persiste per molti anni e può causare alterazioni cellulari che portano allo sviluppo del cancro.

Per questo motivo è essenziale che le donne in cui il virus persiste ricevano una maggiore attenzione e un controllo più approfondito, in modo che sia possibile evitare lo sviluppo di lesioni precursori del cancro.

La strategia fondamentale contro il Papillomavirus Umano

L'OMS, che ha dichiarato il cancro del collo dell'utero una priorità di salute pubblica, considera la malattia una patologia prevenibile ed eliminabile, un tumore curabile se diagnosticato precocemente e trattato in modo appropriato.

La vaccinazione, una strategia fondamentale contro il Papillomavirus Umano, gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione del virus, ma il Visite ginecologiche annuali a partire dai 25 anni, o da quando iniziano ad avere rapporti sessuali, Sono indispensabili per ottenere una diagnosi precoce, rilevare eventuali patologie o alterazioni e prevenire le malattie.

Secondo diversi studi, la vaccinazione, oltre a fornire prevenzione contro l'infezione da virus, riduce significativamente l'incidenza del cancro cervicale invasivo, riducendo il tasso di cancro fino a quasi il 90% tra le donne immunizzate tra i 12 e i 13 anni, e in oltre il 60% tra le donne vaccinate tra i 14 ei 16 anni.

Perché i bambini dovrebbero essere vaccinati anche contro il Papillomavirus Umano?

Attualmente il 60% dei tumori è dovuto al virus del papilloma umano si verificano nelle donne e il 40% negli uomini. Secondo i dati ufficiali, nel 2020 in Spagna sono stati rilevati 3.488 casi di cancro correlati all'HPV: 2645 nelle donne e 843 negli uomini.

Dal 2008, in Spagna il vaccino è somministrato volontariamente a tutte le ragazze di età compresa tra 11 e 12 anni (6° grado della Primaria). A partire dall'anno accademico 2022-2023, il Dipartimento della Salute della Generalitat ha annunciato che anche i bambini di età compresa tra 11 e 12 anni potranno accedere al vaccino non obbligatorio contro il papillomavirus umano.

Sebbene nel nostro Paese sia una misura pionieristica, è già attuata in paesi europei come Austria, Germania, Belgio, Croazia, Francia, Irlanda, Israele, Italia, Liechtenstein, Norvegia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Serbia, Svezia e Svizzera.

Con questa misura, non si intende solo offrire una protezione efficace ai bambini, ma anche, e soprattutto, controllare la trasmissione dell'infezione alle donne.

Sintomi: quando fissare un appuntamento con il tuo ginecologo

Fissa un appuntamento con il tuo ginecologo se hai uno dei seguenti sintomi:

  • Sanguinamento vaginale anormale o perdite.
    • Sanguinamento o perdite tra i periodi mestruali.
    • Periodi più pesanti o più lunghi del normale.
    • Sanguinamento o secrezione dopo la menopausa.
    • Cicli mestruali irregolari
  • Dolore durante le mestruazioni
  • Dolore durante il rapporto sessuale
  • Sensazione di pressione nel bacino
  • Sensazione di gonfiore nell'addome
  • Difficoltà, disagio o dolore durante la minzione.

Visita ginecologica annuale

I risultati mostrano che le donne vaccinate contro l'HPV hanno molte meno probabilità di sviluppare il cancro del collo dell'utero, ma anche se sono vaccinate, È molto importante che tu esegua la tua visita ginecologica annuale dall'età di 25 anni o prima, quando inizi ad avere rapporti sessuali.

L'obiettivo della revisione è diagnosticare precocemente qualsiasi patologia o alterazione e prevenire le malattie.

Durante la visita ginecologica annuale, controlliamo l'apparato genitale e la mammella, con particolare attenzione all'individuazione di tumori della mammella, dell'utero e delle ovaie, infezioni sessualmente trasmissibili e altre patologie come endometriosi, ovaie policistiche o polipi nell'utero.

Al Women's CD, se richiesto dalle nostre pazienti, somministriamo il vaccino contro il papillomavirus umano (HPV).

Donne, al tuo fianco

Se hai bisogno di maggiori informazioni o vuoi fare delle domande, non esitare a contattarci:

Whatsapp: 34 934 160 606

e-mail: info@donne.es

Prendi un appuntamento con il nostro team

    Prendi un appuntamento con il Dr. Damián Dexeus

    Accetto la Politica sulla privacità.

    Questa voce ha 0 commenti

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

    Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni.cookie di plugin

    bene
    Avviso cookies
    RICHIEDI UNA DATA